Kalamaja: Cosa vedere nel quartiere bohemian di Tallinn

Il quartiere Kalamaja Tallinn è stato riconosciuto come uno dei quartieri più affascinanti al mondo secondo un sondaggio di Time Out. La sua bellezza non è dovuta solo alle caratteristiche casette in legno, ma anche alla significativa presenza di nativi digitali, che rende questo angolo della capitale estone particolarmente innovativo.

Kalamaja Tallinn

Kalamaja, un tempo parte integrante dell’area industriale della capitale estone, si trova a nord-ovest della Città Vecchia. Questa zona, contraddistinta da pittoresche case in legno e fabbriche abbandonate, ha subito una trasformazione radicale grazie all’impegno di numerosi locali, negozi e gallerie. Oggi, il quartiere Kalamaja è diventato un’icona della cultura hipster e un vibrante centro alternativo di Tallinn.

Nel Trecento, Kalamaja, chiamata “casa dei pesci” in estone, fungeva da principale porto della città. Intorno al 1870, con l’avvento della ferrovia che collegava Tallinn a San Pietroburgo, si trasformò in un importante centro manifatturiero. Kalamaja è uno dei quartieri più antichi di Tallinn, nato probabilmente nel XIII secolo grazie a contadini estoni che cercavano rifugio dalle difficoltà causate dai nuovi signori feudali danesi e tedeschi insediatisi sulla collina di Toompea.

Solo dopo il conseguimento dell’indipendenza dell’Estonia del 20 agosto 1991 si capì il valore delle antiche case di legno e furono varati progetti accurati di restauro. La realizzazione di questi progetti comportò una rivalutazione del quartiere anche a livello turistico.

Oggi, i suoi edifici risalenti all’epoca sovietica sono stati riconvertiti in ristoranti, negozi e gallerie, rendendo Kalamaja il quartiere più dinamico della capitale estone. È il luogo ideale da esplorare nel pomeriggio o dove trascorrere una serata animata.

Cosa vedere a Kalamaja

La Città Vecchia di Tallinn è davvero speciale con le sue alte torri gotiche, le case dai colori pastello e le strade fatte di ciottoli.

È così bella che è stata aggiunta alla lista del patrimonio mondiale dell’Unesco. Molti turisti desiderano visitarla perché è un posto davvero unico e affascinante. Ma pochi sanno che basta camminare per pochi minuti per arrivare a Kalamaja, uno dei quartieri più vivaci e interessanti di Tallinn. Se stai pensando di raggiungere Lakamaja, ecco cosa vedere:

Città di Telliskivi

La fama di Kalamaja è principalmente attribuita a Telliskivi: un complesso di vecchie fabbriche industriali ora occupate da oltre 200 imprese indipendenti. Qui, potete assaporare ottime birre artigianali estoni, esplorare vari mercatini dell’usato, fermarvi per un pranzo o una cena nei pittoreschi ristoranti della zona, ammirare graffiti sulle pareti o partecipare a eventi settimanali come mostre, esibizioni, musica dal vivo, stand-up comedy in inglese e molto altro ancora.

Un punto degno di nota è il ristorante F-hoone, spesso considerato uno degli artefici della trasformazione del quartiere. Oltre a un’atmosfera unica con pareti ricoperte di poster, offre anche diversi piatti vegetariani e vegani a prezzi accessibili.

Museo Kalamaja

Il Museo Kalamaja è nato dalla collaborazione dei residenti locali ed è stato inaugurato nel settembre 2021. È un luogo accogliente sia per gli abitanti del quartiere che per i visitatori, offrendo mostre e programmi pubblici per esplorare la storia locale, il presente e il futuro. Incarnando lo spirito vivace della zona, il Museo Kalamaja offre solo un assaggio della sua storia multicolore, invitando gli individui a scoprire il resto da soli. Puoi assaporare brevemente la sua atmosfera nel museo, ma la vera esperienza si vive passeggiando per le strade e i parchi, sedendosi su una panchina o sulle scale.

Balti Jaama Turg

A poca distanza da Telliskivi, si trova il Balti Jaama Turg, un mercato di frutta e verdura di stampo ex-sovietico. In passato, questo mercato non godeva di una buona reputazione. Tuttavia, da maggio 2017, quando ha riaperto i battenti, ha completamente trasformato la sua immagine, diventando il mercatino più alla moda di Kalamaja.

Il Balti Jaama Turg si estende su più piani all’interno di un edificio coperto: al livello superiore si trovano negozi che offrono abbigliamento vintage e una varietà di oggetti unici, mentre negli altri piani troverete bancarelle con cibo fresco, carne, frutta e verdura. Una vasta selezione di stand di street food offre una varietà di piatti deliziosi, con prezzi che vanno dai 6 agli 8 euro per un pasto completo. Tra le opzioni ci sono pizza italiana, panini taiwanesi, hamburger di carne e vegetariani, specialità turche e molto altro.

Inoltre, c’è una sezione parzialmente coperta del mercato dove gli agricoltori estoni vendono prodotti locali di stagione, come bacche e funghi freschi.

Lennusadam

Il Lennusadam di Kalamaja ha avuto origine come hangar militare nel 1917, progettato per ospitare gli idrovolanti. Dopo un’opera di restauro nel 2012, è stato aperto al pubblico come museo marittimo ed è diventato uno dei musei più visitati in Estonia. All’interno del museo si può visitare il sottomarino Lembit, costruito nel 1937 dai britannici, un idrovolante corto e la nave Maasilinn, che è la più antica nave affondata mai rinvenuta in acque estoni.

Carcere Patarei

Da oltre cinquant’anni, sulle rive della baia di Tallinn si erge l’edificio conosciuto come Patarei. Costruito inizialmente come fortezza navale nel 1840 durante il regno degli Zar per proteggere la città dagli attacchi via mare, nel corso del tempo è diventato famoso per le sue condizioni umide e poco confortevoli.

Durante i periodi di occupazione nazista e sovietica in Estonia, il Patarei è stato trasformato in una prigione temuta. Molte persone sono state detenute lì per motivi politici, alcune temporaneamente prima di essere trasferite in campi di lavoro forzato, altre hanno perso la vita o sono state giustiziate all’interno delle sue mura. Anche durante l’occupazione nazista, il carcere ha ospitato diversi ebrei, tra cui più di 250 ebrei francesi che sono stati interrogati e uccisi all’interno dell’edificio.

Ad oggi è possibile visitare il Patarei sia individualmente che accompagnati da una guida esperta. Durante la visita, si ha l’opportunità di immergersi nelle oscure e suggestive celle, ascoltando le storie dei prigionieri che vi sono stati detenuti. Alcune zone del complesso sono visitabili esclusivamente in accompagnamento di una guida, rendendo quest’esperienza particolarmente consigliata.

Scopri anche: Cosa vedere a Tallinn e dintorni

Palazzetto Linnahall

Linnahall, noto anche come Palazzo Lenin della Cultura e dello Sport, rappresenta un imponente complesso sportivo risalente all’epoca sovietica di Tallinn.

Costruito in occasione delle Olimpiadi di Mosca del 1980 per ospitare gli eventi sportivi acquatici, dopo la fine dei giochi, il complesso è caduto in disuso. Nonostante la sua capacità di ospitare fino a 5000 persone nell’anfiteatro, veniva utilizzato solo sporadicamente e per eventi di grande portata.

Attualmente, dopo la sua chiusura definitiva nel 2009, Linnahall è un’architettura abbandonata, in attesa di essere rinnovata, possibilmente come centro per fiere e congressi. Nonostante il suo design chiaramente sovietico, che forse non la rende particolarmente attraente, molti turisti salgono i gradini dal lato del mare per raggiungere il tetto dell’edificio e catturare scatti panoramici del porto e della città.

Situato accanto al carcere Patarei, in direzione della Città Vecchia, se vi trovate nelle vicinanze, vi consiglio di dedicare 20 minuti per una visita.

Birrificio Põhjala

Il birrificio Pohjala si trova all’interno di un ex cantiere navale di un sottomarino, situato nel porto di Noblessner, che è diventato una rinomata destinazione turistica. Una delle prime attività ad occupare questo ex cantiere navale è stata il birrificio Pohjala, che include una birreria. Fondato da appassionati, il birrificio produce oltre 40 varietà di birra, che sono disponibili per l’acquisto presso il bar situato all’ultimo piano dell’edificio.

Il pub offre una vasta selezione di birre, inclusi tipi biondi, rossi e scuri, tutti prodotti direttamente a Tallinn. L’atmosfera del locale è suggestiva, perfetta per trascorrere serate con amici o in coppia, e include un balcone e musica dal vivo ogni sera. Il lunedì è il giorno di chiusura settimanale. Presso il negozio del pub, è possibile acquistare birre in bottiglia, magliette e articoli di merchandising con il marchio Pohjala.

Inoltre, se siete appassionati di funghi, non dovete assolutamente perdervi la birra scura dal gusto di porcini.

Navitrolla Gallery

Nel vecchio cantiere di Noblessner, proprio accanto al birrificio Pohjala, troverete una galleria che espone e vende opere di Navitrolla, un artista contemporaneo estone.

Navitrolla ha iniziato la sua carriera artistica negli anni ’90 e è noto per i suoi dipinti che ritraggono animali e paesaggi fantastici. Il suo stile è descritto come una combinazione di ingenuità e surrealismo. Le opere esposte nella galleria sono davvero straordinarie: ricche di colore, con paesaggi che sembrano usciti da una storia a fumetti, in cui funghi giganti e uova dominano il panorama, a volte sovrapposti a miniature di animali. Nella galleria è possibile acquistare opere originali, ma se non rientrano nel vostro budget, ci sono stampe, cartoline o libri disponibili per l’acquisto.

EKKM Arte Contemporanea

Non prevedete di imbattervi in un museo contemporaneo super cool. Questa struttura è ospitata in un vecchio magazzino dal fascino trasandato, ma non lasciatevi ingannare: le esposizioni sono spesso sorprendentemente originali. Durante l’inverno, solitamente l’EKKM chiude i battenti da fine dicembre a fine marzo, con sporadiche aperture per eventi speciali. E il bello è che l’ingresso è gratuito.

Tali Design Shop

Il Tali Design Shop rappresenta una vera e propria oasi nel quartiere di Kalamaja (e forse anche a Tallinn) per chi cerca regali e souvenir di alta qualità. Le pareti bianche e i pavimenti in cemento, minimalisti ma eleganti, fungono da scenario per una selezione esclusiva di articoli curata da Tali, che offre il meglio del design locale. Qui è possibile trovare abiti del marchio estone August, gioielli geometrici firmati da Lisa Kroeber e articoli per la casa creati da Liisu Arro.

Ma la gamma di prodotti non si limita all’Estonia: vi sono anche eleganti occhiali da sole provenienti da Parigi, realizzati dal brand Izipizi, zaini waterproof provenienti dalla Danimarca della Rains e borracce in acciaio inossidabile italiane di 24Bottles.

Energy Discovery Centre

L’Energy Discovery Centre (centro scientifico dell’energia), si trova nella sede dell’ex centrale elettrica di Tallinn dedicato ad appassionare i bambini al mondo della scienza.

Il museo è progettato per essere estremamente interattivo e presenta numerose esposizioni che illustrano fenomeni fisici in modo coinvolgente.

Una delle principali attrazioni del centro è la riproduzione dei fulmini, che avviene in totale sicurezza grazie alle 3 bobine Tesla presenti nel museo, e può essere osservata più volte al giorno.

Ad ogni modo seguendo le nostre indicazioni potete visitare Kalamaja anche da soli. Tuttavia, se desiderate approfondire la storia del quartiere o se siete limitati nel tempo e volete massimizzare la vostra visita a Tallinn, vi consigliamo di valutare diversi tour organizzati. Questi tour vi permetteranno di scoprire tutti i dettagli storici e culturali di Kalamaja in modo efficiente e senza tralasciare alcun punto di interesse.


Come raggiungere Kalamaja

Kalamaja è facilmente accessibile a piedi dal centro città in soli 10 minuti di passeggiata, mentre dal Municipio di Tallinn ci vogliono circa 15 minuti. Basta prendere il sottopassaggio fino alla stazione dei treni (Balti Jaam) e procedere verso nord. Appena arrivi, sentirai subito l’atmosfera magica di questa zona. Per saperne di più sugli spostamenti, vi consiglio di leggere la guida su come muoversi a Tallinn.

Kalamaja: Hotel

Se state cercando un quartiere vivace, giovane e artistico molto vicino al centro, non c’è dubbio che Kalamaja sia la scelta ideale per cercare un hotel.

Tuttavia, vi suggerisco di soggiornare all’Iglupark dista a 400 m dal porto dell’idrovolante di Lennusadam, offre la vista sul mare e dista solo 1,8 km dalla stazione centrale di Tallinn e dalla Piazza del Municipio.

Oppure potete provare l’Hestia Hotel Ilmarine che si trova vicino al centro storico di Tallinn e a 270 m dal Museo Marittimo Estone e da altre attrazioni della capitale.

Se invece preferite soggiornare nei dintorni di Tallinn, allora vi suggerisco di consultare la guida sui quartieri migliori dove dormire a Tallinn.

Articoli correlati

Telliskivi, la città creativa di Tallinn

Telliskivi, la città creativa di Tallinn

Dalle gallerie d’arte ai caffè bohemien, dalle boutique alla musica dal vivo, Telliskivi rappresenta un autentico paradiso per chi ama l’arte, la cultura e la creatività. Esso…

Torre televisva di Tallinn

Torre Televisiva di Tallinn

Nel cielo della capitale estone, si erge l’edificio più alto dell’Estonia e in tutto il Nord Europa. La Torre della TV è un grande centro turistico, culturale…

museo marittimo estone, tallinn

Museo Marittimo Estone, Tallinn

L’essenza della cultura marittima estone prende vita attraverso le porte del Museo Marittimo Estone, un’istituzione dedicata alla raccolta, conservazione, studio e presentazione della ricca storia marittima del…

Biblioteca Nazionale Estone, Tallinn

Biblioteca Nazionale dell’Estonia, Tallinn

Un gioiello architettonico si erge fiero nel cuore della città: la Biblioteca Nazionale dell’Estonia. In questo articolo, esploreremo l’imponente bellezza e l’importanza culturale di questa struttura, oltre…

Isola Hiiumaa, Estonia: cosa vedere nell'isola dei fari

Hiiumaa, Estonia: Cosa vedere nell’Isola dei Fari

Lussureggiante e incontaminata, l’isola di Hiiumaa si configura come un vero paradiso terrestre per coloro che cercano pace e tranquillità. Con la sua atmosfera unica, arricchita dalla…

cosa vedere a tallinn e dintorni

Cosa vedere a Tallinn e dintorni

Oltre le antiche mura della città, si aprono paesaggi mozzafiato, ricchi di storia, cultura e natura incontaminata. Da pittoreschi borghi medievali a riserve naturali inesplorate, ecco cosa…

Lascia un commento