Colonna della Vittoria della Guerra dell’Indipendenza dell’Estonia

La “Colonna della Vittoria della guerra d’indipendenza” (in estone: Vabadussõja võidusammas) è un monumento realizzato nel 1919, seppur la sua inaugurazione avvenne solo dopo 90 anni, nel giugno del 2009.

Situata sul lato occidentale della Piazza della Libertà a Tallinn, in Estonia, il monumento è costituito da una stele e non da una “colonna” propriamente detta, poiché non ha una base circolare.

La colonna commemorativa, che si erge ad un’altezza di poco più di 23 metri e consiste in 143 lastre di vetro, è un omaggio ai circa 5.000 estoni, tra civili e militari, che persero la vita, e ai circa 15.000 soldati e civili feriti durante la Guerra d’Indipendenza Estone, avvenuta tra il 1918 e il 1920.

Sulla cima della colonna si trova una replica ingrandita della “Croce della Libertà“, il più alto riconoscimento al valore militare conferito dall’Estonia. Accanto alla colonna, sul lato destro, sono posizionati diversi pennoni con la bandiera nazionale estone.

Storia della Colonna della Vittoria dell’Estonia

L’idea di erigere un monumento fu concepita dagli estoni nel lontano 1919, subito dopo la dichiarazione d’indipendenza estone e durante la guerra contro i bolscevichi. Nel 1936 fu promulgata una legge che prevedeva la costruzione di un monumento in memoria delle vittime del conflitto per l’indipendenza estone. Tuttavia, i preparativi per i lavori furono interrotti dall’arrivo della Seconda guerra mondiale e dall’occupazione sovietica che seguì nel dopoguerra.

Dopo aver riacquistato l’indipendenza nel 1991, è stata riproposta l’idea di erigere un monumento commemorativo nazionale. Nella primavera del 2005, il Parlamento estone prese la decisione di erigere la Colonna della Vittoria in memoria dei caduti nella Piazza della Libertà, nel distretto di Kesklinn, nel centro della capitale Tallinn.

Nel 2006, la competizione per l’assegnazione del progetto ricevette oltre quaranta proposte. Il progetto vincitore, chiamato “Libertas”, fu concepito dagli architetti Rainer Sternfeld, Andri Laidre, Kadri Kiko e Anto Savi, mentre la ditta scelta come costruttore principale fu Celander Ehitus OÜ.

Articoli correlati

museo estone della salute tallinn

Museo estone della salute, Tallinn

Il Museo Estone della Salute di Tallinn è un’istituzione dinamica e interattiva che si dedica a esplorare il corpo umano e a promuovere la consapevolezza sulla salute….

cosa vedere a tallinn in 2 giorni

Cosa Vedere a Tallinn in 2 Giorni

Se stai pianificando un weekend nella capitale dell’Estonia e ti stai chiedendo a Tallinn cosa vedere in 2 giorni, allora sei capitata nel posto giusto. Questa guida…

cosa vedere a tallinn in un giorno

Cosa Vedere a Tallinn in Un Giorno

Tallinn, la capitale dell’Estonia, è una città che incanta con il suo centro storico medievale, un vero e proprio viaggio indietro nel tempo, esplorabile comodamente a piedi. …

Dichiarazione d'Indipendenza dell'Estonia

Dichiarazione d’Indipendenza dell’Estonia

La Dichiarazione d’Indipendenza dell’Estonia, nota anche come Manifesto dei Popoli dell’Estonia (in estone: Manifest Eestimaa Rahwastele), costituisce l’atto fondamentale che sancisce l’indipendenza della Repubblica d’Estonia, istituita nel…

Il bombardamento di Tallinn in Estonia

Bombardamento di Tallinn

Il bombardamento di Tallinn fa riferimento ai devastanti attacchi aerei subiti da Tallinn durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale, condotti sia dalla Luftwaffe tedesca, rappresentante della…

Museo della Città di Tallinn, Tallinna Linnamuuseum in estone

Museo della Città di Tallinn

Il Museo della Città di Tallinn, in Estonia è un museo municipale che comprende diverse sedi sia nel centro storico medievale di Tallinn che nei quartieri di…