Cosa visitare in Estonia

L’Estonia è uno dei tre Paesi baltici più amati, assieme alla Lettonia ed alla Lituania. Ricco di attrattive da visitare e di luoghi da ammirare, è da sempre meta di turisti, affascinati dall’habitat naturale che lo circonda.

Tra le attrattive principali vi è senza dubbio Tallinn, ma l’Estonia ha anche ben altro da offrire, tra le sue bellezze ovviamente non si fermano nella capitale che sotto un certo punto di vista è anche il luogo più o forse troppo commerciale, abitato da molti turisti stranieri che ne hanno eretto a residenza anche per via del fisco estone molto poco pressante sulle tassazioni come vi spiego in questo articolo.

Dunque, se il vostro obiettivo è quello di visitare questo affascinante Paese vi consigliamo di continuare con la lettura, in quanto in questo articolo troverete le cose da fare in Estonia e le città principali dell’Estonia da visitare.

Se avete in programma una vacanza in Estonia il periodo migliore per prenotare è sicuramente l’estate, in quanto gli inverni in questo Paese tendono ad essere caratterizzati da un clima molto freddo.

Nelle stagioni più miti l’Estonia si riempie di verde, in particolare perché la natura si ravviva e popola parchi e boschi che circondano i turisti in ogni movimento, si tratta di una landa estesa di boschi e foreste che ci possono portare a scoprire una nazione pazzesca a poche ore di macchina da casa nostra, ma sicuramente se siete al primo viaggio in Estonia, difficilmente saprete cosa visitare, ecco quindi che con questo articolo vogliamo parlare di tutte le peculiarità e di tutte le attrazioni che ci può offrire questa splendida nazione.

Booking.com


Cosa vedere in Estonia

Tra le attrattive principali vi è sicuramente Tallinn, capitale dell’Estonia. Tuttavia, non è l’unica città che questo meraviglioso Paese è in grado di offrire ai suoi turisti ed ai suoi abitanti.

Continuando con la lettura tra le 10 attrazioni che consigliamo da vedere durante il nostro viaggio in Estonia, noterete che anche Tartu, Saaremaa, Nara, il villaggio di Koguva ecc. sono mete molto interessanti e particolari. Prima di partire per il vostro viaggio, se viaggiate con il vostro animale in Estonia vi consigliamo di leggere questo articolo che vi spiega cosa dovete fare per entrare in Estonia con il vostro animale da compagnia.

Analizziamo di seguito ognuna delle cose da vedere in Estonia.

Tartu

Situata a sud dell’Estonia, possiamo definire Tartu come la capitale spirituale, nota agli abitanti del luogo come spirito del passato. Una spiritualità che si percepisce negli edifici maestosi che possiamo trovare appena entrati in città e dalla moltitudine di casette in Legno che la rende una città da sogno.

Il motivo di tale attribuzione nominale è facilmente percepibile dagli edifici settecenteschi e dai monumenti, nonché dalla natura che li circonda. A Tartu possiamo sia andare in collina per goderci il fresco sia andare in spiaggia per fare una festa e divertirci con gli amici, una città che ha disponibili diverse attrazioni per non annoiarsi mai.

Importante e per niente sottovalutata è la presenza di un’università ben nota. Non mancano di certo gli edifici culturali, tra cui musei e gallerie, ma anche quelli che rimandano all’arte settecentesca. Il museo più conosciuto è senza dubbi è il Museo Nazionale Estone. Nella parte storica potete trovare anche la Collina della Cattedrale (un’oasi di pace che domina la città di Tartu, la cattedrale dalla storia tormentata ha conservato negli anni le rovine che troneggiano anche a ricordo del tempo passato, attualmente la cattedrale è in parte occupata dalla Università di Tartu). L’edificio di caratterizzata per le tonalità rosa e rosso scuro, sormontato da una torre.

Nel cuore centrale di Tartu vi è il Municipio, datato 1780, molto particolare poiché tinteggiato di rosso scuro e rosa. Memorabile la statua di due studenti che si baciano nel centro di una piazza. Insomma, Tartu è certamente il punto di riferimento principale se si desidera visitare l’Estonia meridionale.


Isola di Saaremaa: I mulini a vento

Le città non sono le uniche che meritano di essere visitate in questo Paese baltico. Cosa vedere in Estonia oltre ad esse? Immancabili sono le isole. Tra queste non potete di certo perdervi Saaremaa, l’isola più grande dell’Estonia. Saaremaa dal significato “terra d’isola” rende l’Estonia un paese ancora più interessante da visitare e da conoscere. Con un paesaggio contraddistinto da distese incontaminate, alberi maestosi e boschi dove passare una giornata diversa, questa è la magia dell’isola di Saaremaa.

Se la vostra prima tappa è Tallinn, sappiate che l’isola è facilmente raggiungibile in bus, con un viaggio molto breve, la cui durata è inferiore alle 4 h. Tra le attrattive principali vi è innanzitutto il cratere Kaali, formato dalla caduta di un meteorite e dal diametro di 110 metri, ma anche il faro di Sorve e la scogliera di Panga.

Da vedere assolutamente sono anche i mulini a vento di Angla sull’isola di Saaremaa, la quale oltre ai mulini ad aggiungere il fascino troviamo il faro di Sorve, il più antico di tutta l’isola che permette di avere una vista fantastica da oltre 50 metri d’altezza, questi sono essenzialmente le attrazioni maggiori da visitare sull’isola di Saaremaa. Da visitare assolutamente anche la scogliera di Panga dove potrete sicuramente fare una romantica passeggiata con la vostra dolce metà.

Possiamo affermare che sono l’elemento principale che aggiunge fascino all’intera atmosfera.


Pärnu

Conosciuta soprattutto per essere il centro estivo dell’Estonia, Pärnu è una città caratterizzata dalla presenza di ben 7 km di costa.

Con le stazioni balneari che sono in condivisioni con i vicini Finlandesi, Pärnu si classifica sicuramente come cittadina per l’estate, grazie alla sua lunga ed estesa spiaggia vi consente di dedicare il vostro tempo estivo a numerosi giochi da spiaggia. Circondata da campi di pallavolo, diverse zone dove praticare sport e numerosi bar dove passare le vostre serate estive. Possiamo anche passeggiare serenamente e goderci il paesaggio, sono presenti panchine e un sentiero per rilassare la nostra mente.

Gli edifici situati in questa cittadina presentano uno stile novecentesco. Le due chiese principali, quella di Santa Caterina e Santa Elisabetta, sono realizzate in stile barocco.

La via principale offre invece una serie di edifici in stile Seicento, Liberty ed Art Nouveau. Estesa lungo l’omonimo fiume, Pärnu raggruppa i luoghi di maggiore interesse sulla riva meridionale che comprende anche la Città Vecchia.

Il fiume, dotato dello stesso nominativo, attraversa per intero la città.


Narva

La città di Narva, situata a 200 km a est di Tallinn, è una delle bellezze estoni. Ciò che la rende tanto nota è il castello medievale di cui è dotata, noto come Castello di Hemann o più comunemente come Castello di Narva.

La particolarità di questo edificio consiste nel luogo in cui sorge sul fiume che separa l’Estonia dalla Russia. Questo imponente edificio è stato costruito tra il 1400 ed il 1500, la quale ospita al suo interno il Museo Civico della città di Narva, mentre all’esterno sulla riva opposta del fiume e del territorio russo si può ammirare la fortezza di Ivangorod.


Parco Nazionale di Lahemaa

Sicuramente il nome fa già capire la metà della prossima attrazione che andremo a visitare in Estonia, il parco nazione di Lahemaa che risulta il più vasto rahvuspark dell’Estonia con una estensione totalmente incontaminata di 726kmq, dotato di un litorale e entroterra che hanno attirato negli anni i villeggiatori della vicina capitale, un’ambiente da sogno per chi vuole sfogarsi e godersi un posto praticamente perfetto.

Sono addirittura 475 i kmq di boschi, laghi e fiumi che possiamo trovare in questo fantastico parco nazionale Estone con un paesaggio prevalentemente pianeggiante e quindi molto ospitale per i visitatori.

La parte storica di questo parco è sicuramente interessante, infatti il parco nazionale di Lahemaa che ora ospita una spiaggia molto vissuta, dal 1945 al 1991 era presidiata dai militari e circondata di filo spinato per via della sua zona di confine.

Il villaggio di Koguva a Muhu

Il villaggio di Koguva situato nell’isola Muhu è una meta indispensabile da visitare se sei in vacanza in Estonia. Muhu è un’isola del Mar Baltico, situata nelle vicinanze di Saaremaa e collegata ad essa tramite un terrapieno artificiale.

L’isola ospita diversi villaggi, tra cui quello di Koguva, nonché diversi paesini caratteristici e diverse spiagge bianche sulle quali godersi il periodo estivo. Definito da tutti un luogo fiabesco, si trova sul promontorio occidentale di Muhu, parliamo infatti di Kuguva, praticamente un museo all’aria aperta e infatti oggi risulta protetto e con un biglietto da pagare per visitare la vecchia scuola e due fattorie.

In queste due fattorie possiamo trovare una esposizione di splendidi tessuti tradizionali della zona e costumi realizzati in modo pressoché perfetto. L’altra cascina invece è la casa natale dello scrittore Juhan Smuul (1922-71). Nel villaggio di Koguva è presente un edificio con all’interno una collezione di macchine da cucire Singer.

Il villaggio non è affatto abbandonato, vivono ancora diverse famiglie che da generazioni abitano il paese e lo animano durante tutto l’anno.


Otepää (La capitale Invernale)

Non troppo distante da Pärnu, precisamente a 40 km da essa, vi è la città di Otepää. Essendo una località collinare è dotata di numerosi parchi, foreste, fiumi e laghi ed amata sia dagli Estoni sia dai turisti per le numerosissime bellezze naturali. Tuttavia, il clima consente la possibilità di fare escursioni a piedi, giri in bicicletta, mentre durante l’estate è possibile fare i bagni.

D’inverno è possibile anche praticare lo sci di fondo, una estesa quantità di attività che si possono fare senza problemi in una città molto carina e molto naturale.

Spesso viene definita la capitale invernale dell’Estonia, e nei fine settimana della stagione fredda diventa vivace e affollata.

Tant’è che le relative piste di cui è dotata hanno contribuito all’attribuzione del nomignolo al luogo come Alpi Estoni, riferendosi non certo alle sue vette, quanto piuttosto alle favolose piste da sci. La Maratona Sciistica di Tartu di 63 km si svolge qui tutti gli anni a febbraio, ma anche in estate vedrete gli appassionati di sci di fondo andarsene in giro con i roller ski. 

La zona principale di Otepää si sviluppa intorno all’incrocio di Tartu maantee, Võru maantee e Valga maantee, dove troverete la piazza più importante, i negozi e anche qualche via residenziale. Un boschetto separa questo quartiere da un insediamento più piccolo sul lago, 2 chilometri a sud-ovest. 


Il Castello di Kuressaare

Quasi sicuramente il castello più affascinante di tutta l’Estonia, si trova a Kuressaare il capoluogo dell’isola di Saarema che vi abbiamo raccontato sopra. Si tratta di un’isola artificiale che si trova nella parte meridionale della città. La sua costruzione è iniziata nel XVI secolo, nel tempo sono sparite le mura supplementari, mentre il ponte levatoio e il fossato sono stati aggiunti solo nel 1600. La sua conformazione attuale è dovuta agli interventi danesi del XVII secolo.

Nelle vicinanze del maniero possiamo trovare un parco molto carino che ci permette di passare qualche momento di relax, attualmente il castello è sede del museo regionale di Saaremaa, in estate ospita anche un teatro all’aperto che offre spettacoli in una ambientazione da sogno.


Tallinn

Tra le città principali dell’Estonia non può di certo mancare Tallin, la capitale. Non a caso la Città Vecchia di Tallin è entrata a far parte del Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. Famosa non solo per tale ragione, quanto per la combinazione di storia e modernità racchiusa in essa. Girovagando tra le strade di Tallinn sarete sopraffatti da un’atmosfera medievale ed uno stile di design contrapposto.

Nella capitale, infatti, è possibile osservare palazzi barocchi, chiese antiche, ma anche grattacieli ed edifici moderni. Immancabile il Municipio gotico del 1200 situato nel cuore della Città Vecchia, ma un’altra attrazione da non perdersi c’è la chiesa dello spirito santo composta dalla torre più antica dell’Estonia che è datata al Quindicesimo secolo, grazie alla quale è possibile ammirare la torre del Municipio (con oltre 115 gradini) più antica del Paese, risalente al 1400, da cui poter ammirare una bellissima vista sul centro storico della capitale.

Se invece si ha voglia di intraprendere una camminata magari al tramonto, consigliamo di passeggiare nell’unica parte rimasta in piedi delle antiche mura della città con le sue torri difensive, la quale ora ospitano hotel, musei e ristoranti.

Un’altra attrazione da visitare è sicuramente la basilica di San Nicola, dedicata a San Alexander Nevsky Yaroslav, costruita in stile ortodosso e visitata ogni anno dai turisti.

Proseguendo appena poco fuori dalla città troverete il Kadriorg, un parco nel quale è situato il Palazzo Kadriorg, simbolo del regalo di Pietro il Grande alla moglie Caterina, (un tempo era la residenza estiva dello Zar), la quale ora ospita anche due distinti musei: quello di Arte Nazionale e quello di Arte Straniera. Non manca la Grande Sala decorata con suggestioni tratte dalle Metamorfosi di Ovidio.

Infine, per coloro che amano la natura, consigliamo di visitare la collina di Toompea che offre ai suoi visitatori una vista incredibile sulla città vecchia. Potete raggiungere questa collina tramite due vie, la Pikk Jalg o con le scale di pietra della Luhike Jalg.

Non è da escludere la Tookirik e la Basilica Ortodossa, nota per essere dotata di ben 11 campane che suonano all’unisono.


Viljandi

Situata a sud dell’Estonia, sulle rive del fiume Valouja, si trova la pittoresca cittadina Viljandi. La città dell’Estonia Meridionale ha un lungo passato di quasi 2.600 anni che le ha lasciato in eredità molta architettura storica.

 Tra le attrazioni principali ci sono le rovine del XVI secolo del Castello di Viljandi, il quale fu fondato dai Cavalieri Portaspada. Tuttavia, un altro buon motivo per visitare Viljandi è l’annuale festival di musica folk, che si tiene ogni luglio: è il più grande festival di musica in tutto il paese e in questa occasione la città attira fino a 20.000 visitatori. Nelle vicinanze è presente il parco Nazionale di Soomaa.


Haapsalu

Situata anch’essa sul mare, la città di Haapsalu confinata sulla costa occidentale dell’Estonia, questa cittadina di mare attira ogni anno turisti sia da fuori che da dentro l’Estonia per la sua bellezza.

I suoi edifici in legno e i tipici vicoli la rendono un posto delizioso da visitare con tutta la famiglia’

Haapsalu è molto conosciuta anche per i fanghi curativi che offrono e per i numerosi centri benessere che sono state aperte all’inizio del 1800 e che ad oggi rimangono attive per i visitatori.

Dotata di un castello del XIII secolo, è possibile visitarlo per assistere a concerti ed eventi di vario tipo.

Altre città e isole in Estonia: cosa vedere

Dopo aver elencato le città principali dell’Estonia e le relative isole e monumenti, vediamo di seguito cos’altro vedere in questo meraviglioso Paese baltico.

Hiiumaa

Dopo Saaremaa, Hiiumaa è la seconda isola più grande dell’Estonia. Situata anch’essa nel Mar Baltico, è un’isola pittoresca, meta ideale per tutti coloro che necessitano di rilassarsi e praticare sport all’aperto, tra cui trekking. Raggiungibile in traghetto, Hiiuma è un’isola pittoresca dove si può godere delle lunghe spiagge sabbiose visitando a piedi i suoi pittoreschi villaggi.


Pirita

Pirita è un distretto della città di Tallinn, molto noto soprattutto per la spiaggia di cui è dotato, nonché la più grande dell’intera città. Da visitare vi è il Convento di Santa Brigida, un edificio dallo stile gotico e risalente all’inizio del Quattrocento.

Soomaa

La città di Soomaa è caratterizzata dalla presenza del Parco Nazionale dal nome omonimo. Si tratta di una zona protetta che presenta una serie di paesaggi paludosi. Al suo interno è possibile praticare campeggio, canottaggio e pesca oppure partecipare a un corso per realizzare con il legno di pioppo una haabja, la classica imbarcazione finlandese.


Rakvere

Nelle vicinanze del Parco Nazionale di Lahemaa, nel mezzo tra Narva e Tallinn, vi è la città di Rakvere. Dotata di un castello ed un paesaggio rurale, è la meta perfetta per chi vuole distanziarsi dal caos cittadino.

Muhu

Muhu è un’isola dell’Estonia, collocata nelle vicinanze di Saaremaa e collegata ad essa mediante la presenza di un terrapieno artificiale. È dotata di numerosissime spiagge da visitare e paesini caratteristici. Si consiglia di visitarla attraversandola in bicicletta.


Kinhu

L’isola di Kinhu è situata nel Golfo di Riga, dunque in un punto molto meno noto del Mar Baltico. I costumi tradizionali che gli abitanti tutt’oggi indossano sono uno dei Patrimoni dell’Umanità, così come dichiara l’Unesco. La particolarità del posto è che vige ancora il sistema matriarcale, in cui la quotidianità ed i suoi relativi aspetti vengono gestiti dalle donne.


Paldiski

Conosciuta ed apprezzata per il faro di cui è dotata, alto ben 52 m e per tale ragione categorizzato come il più alto dell’Estonia, la città di Paldiski è situata a nord di Tallinn. Qui si potrà visitare la Chiesa di San Nicola e la Chiesa ortodossa di San Giorgio.

Come arrivare in Estonia

Per capire come arrivare in Estonia è importante comprendere la posizione geografica di questo Paese. Esso è situato nella parte settentrionale dell’Europa e confina con la Lettonia e con la Russia. È bagnato dal Mar Baltico nella parte ovest e nord ed è caratterizzato principalmente da un paesaggio pianeggiante, con la presenza di piccole colline sparse.

Per raggiungere l’Estonia è sufficiente prendere un volo diretto verso Tallinn, così da atterrare nell’aeroporto della città, noto come Lennart Meri Tallinn Airport, distante pochi km dal centro. I prezzi sono alquanto abbordabili, soprattutto se si sceglie la compagnia aerea low cost Ryanair, i cui voli sono operativi soltanto dall’aeroporto di Milano e Bergamo. Se si necessita di partire da altre province bisogna invece affidarsi alla compagnia di bandiera Air Baltic che offre voli con scalo per Tallin da diversi aeroporti tra cui:

  • Catania
  • Firenze
  • Genova
  • Bologna
  • Roma Fiumicino
  • Torino
  • Venezia
  • Verona

Dopo aver visto quali sono i luoghi, le attrazioni da non perdere e come raggiungere l’Estonia, non ti resta che preparare la valigia e partire!

Booking.com

Articoli correlati

Il Giardino del Re di Danimarca, Tallinn (estonia)

Il Giardino del Re di Danimarca, Tallinn

Il Giardino del Re di Danimarca, situato nel centro di Tallinn, incanta i visitatori con la sua bellezza e la sua storia affascinante. Questo splendido parco offre…

Crateri di Kaali nell'isola di Saaremaa, in Estonia

Scopri i Crateri di Kaali nell’isola estone di Saaremaa, Estonia

Nell’isola estone di Saaremaa, immersa nella quiete del Mar Baltico, si trova un sito geologico unico e affascinante: i Crateri di Kaali. Questi misteriosi crateri offrono uno…

Spiaggia di Pirita

Spiaggia di Pirita, Tallinn

La spiaggia di Pirita a Tallinn è un luogo molto amato da residenti e turisti. Un lungo molo di pietra si protende nell’acqua, offrendo una splendida vista…

Telliskivi, la città creativa di Tallinn

Telliskivi, la città creativa di Tallinn

Dalle gallerie d’arte ai caffè bohemien, dalle boutique alla musica dal vivo, Telliskivi rappresenta un autentico paradiso per chi ama l’arte, la cultura e la creatività. Esso…

cosa vedere a Kalamaja, il quartiere di Tallinn, in Estonia

Kalamaja: Cosa vedere nel quartiere bohemian di Tallinn

Il quartiere Kalamaja Tallinn è stato riconosciuto come uno dei quartieri più affascinanti al mondo secondo un sondaggio di Time Out. La sua bellezza non è dovuta…

Torre televisva di Tallinn

Torre Televisiva di Tallinn

Nel cielo della capitale estone, si erge l’edificio più alto dell’Estonia e in tutto il Nord Europa. La Torre della TV è un grande centro turistico, culturale…