Faro di Sõrve, sull’Isola di Saaremaa, Estonia

Il faro di Sõrve è stata la mia prima tappa, subito dopo aver raggiunto l’appartamento, una volta sbarcato sull’isola di Saaremaa. Situato a Torgu, questo farò è uno dei fari più alti del Mar Baltico

Faro di Sõrve, il più antico di Saaremaa

Il faro di Sorve (in estone Sõrve tuletorn), si trova nella contea di Sääre, all’estremità meridionale della penisola di Sõrve, sull’isola di Saaremaa, posizionato strategicamente tra il golfo di Riga e il Mar Baltico.

Sull’isola di Saaremaa, il faro di Sõrve è stato il primo a essere costruito, alto più di 50 metri ed è stato eretto per la prima volta nel 1646, utilizzando come materiale il legno.

Diversi anni dopo, la struttura iniziale venne sostituita da una in pietra. Nel corso degli anni, il faro di Sõrve ha subito molteplici ristrutturazioni, ma l’attuale edificio risale al secondo dopoguerra, precisamente al 1960.

Solo dall’estate del 2018 è aperto al pubblico, regalando a chiunque intraprenda la scalata la vista panoramica dalla sua terrazza circolare.

Dopo diversi giorni trascorsi da una capitale e l’altra, arrivare a Saaremaa ha rappresentato un’incredibile immersione in un mondo diverso. Una vegetazione lussureggiante abbraccia l’isola, dove la natura regna sovrana, accompagnata da un’atmosfera di tranquillità impareggiabile.

Quando raggiungo la penisola di Sõrve, è quasi ora di cena e il tramonto è ancora lontano (in Estonia a luglio non vedrete calare il sole prima delle 22:00). Ci sono poche persone ed il faro sta per chiudere, ma riesco comunque ad entrare per una visita dell’ultimo minuto.

Per chi, come me, ha sempre fantasticato sul ruolo di guardiano di un faro, salire i numerosi gradini del faro di Sõrve è stato avvincente nonostante le vertigini. La terrazza in cima offre una vista mozzafiato sulla penisola e sul mare aperto, regalando l’opportunità di vivere il sogno di essere al timone di uno di questi iconici guardiani marittimi.

Il faro di Sõrve, parte dello stemma dell’ex comune di Torgu, è ora uno dei luoghi più distintivi di Saaremaa. Isolato e circondato da una natura incontaminata, il faro è un simbolo dell’isola. 

Nei suoi dintorni, pochi elementi affiancano il faro: un ristorantino, qualche rovina e acqua a perdita d’occhio. Lungo il percorso di questo incantevole paesaggio, spicca il Museo Sõrve dedicato alla storia e alla cultura dell’isola. In questo luogo, la bellezza si rivela senza necessità di grandi storie o fronzoli, regalando un’esperienza autentica e memorabile.

Articoli correlati

Scogliera Panga Cliff

La scogliera Panga Cliff: la più alta dell’Estonia

Rimanendo sull’isola più grande isola di Saaremaa, in Estonia, ci spostiamo verso l’estremo nord dell’isola per raggiungere la scogliera di Panga. Le scogliere di Panga Cliff, Estonia…

Chiesa dello Spirito Santo, Tallinn Estonia

Chiesa dello Spirito Santo, Tallinn

Per scoprire di più sulla storia della chiesa dello Spirito Santo di Tallinn, il significato della sua pala d’altare, e i momenti migliori per visitarla, continua a…

cosa visitare e fare a tallinn

Cosa Vedere a Tallinn: Attrazioni Da Vedere in 1, 2 o 3 Giorni

Tallinn è la capitale dell’Estonia, uno dei tre Paesi Baltici più amati ed apprezzati. Se avete intenzione di programmare una vacanza nel luogo, vi proponiamo come prima…

Visitare Tallinn a Natale

Natale a Tallinn 2023

Se ti stai chiedendo cosa renda unica l’esperienza di trascorrere il Natale a Tallinn (Estonia), allora ti trovi nel posto giusto. Pianificare un viaggio a Tallinn a…

Capodanno a Tallinn, Estonia

Capodanno a Tallinn 2024, (Estonia): Cosa Fare e Cosa Vedere

Scegliere come meta Tallinn per Capodanno, può essere una scelta stimolante per chi desidera unire il divertimento tipico dell’ultimo giorno dell’anno e immergersi nella cultura e nell’arte…

Museo di Saaremaa, situato all'interno del Castello Kuressaare, in Estonia

Museo di Saaremaa a Kuressaare, in Estonia

Durante un viaggio in Estonia, una tappa obbligata è sicuramente il Museo di Saaremaa. L’Estonia con le sue ricche tradizioni e paesaggi mozzafiato, è una destinazione che…

Lascia un commento